BLOG 

# RESPONSABILITA’ CIVILE 2.0. – DIRITTO, TECNOLOGIA E PRIVACY.

9.1.2019. Risarcimento dei danni per l’illecito trattamento dei dati personali a causa di una illegittima segnalazione alla centrale rischi: i danni riconoscibili sono solo quelli che si riescono a provare. Questo il principio ricordato dalla Corte di Cassazione, nell’ordinanza n. 207 del 9 gennaio 2019. La vicenda ha tratto origine da un giudizio proposto da una Società contro una Banca, chiedendo che fosse accertato e dichiarato che Quest’ultima aveva erroneamente ed illegittimamente segnalato una posizione di sofferenza alla CRIF, … leggi tutta la notizia

5.11.2018. E’ necessario trovare un punto di equilibrio tra il diritto all’oblio e il diritto all’informazione. Il bilanciamento tra questi due diritti incide sul modo di intendere la democrazia nella nostra attuale società civile. Così ha affermato la terza Sezione civile della Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 5 novembre 2018, n.28084, con cui è stata rimessa al Primo Presidente per l’assegnazione alle Sezioni Unite la questione, ritenuta di particolare importanza, concernente il bilanciamento del diritto di cronaca – posto al servizio dell’interesse pubblico all’informazione – e del c.d. diritto all’oblio – posto a tutela della riservatezza della persona – , alla luce del quadro normativo e giurisprudenziale nell’ordinamento interno e sovranazionale….. leggi tutta la notizia

20.10.2018. La quantificazione del danno all’immagine deve tenere conto del fatto che ai nostri giorni la diffusione della notizia pubblicata sui quotidiani oltrepassa, attraverso il web, qualunque limite. Così si è pronunciata la I sezione centrale della Corte dei Conti d’appello, con la sentenza n.370 depositata il 26 settembre 2018, al termine di un giudizio proposto contro un dipendente pubblico per il risarcimento dei danni per l’illecita condotta da lui tenuta in servizio. ….. leggi tutta la notizia

 18.10.2018. La Corte di Giustizia UE si è pronunciata, con una sentenza depositata il 18 ottobre 2018, sulla responsabilità del detentore di una connessione internet. …. leggi tutta la notizia

 

28.9.2018. D.lgs.101/2018: il Garante indichi modalita’ semplificate per le micro, piccole e medie imprese per gli adempimenti “privacy”. Questa l’indicazione del legislatore italiano al Garante contenuta nel nuovissimo d.lgs. 101/2018. … leggi tutta la notizia

 

5.9.2018. L’amministratore di una fanpage su Facebook è responsabile assieme a Facebook del trattamento dei dati dei visitatori della sua pagina. Così si è pronunciata la Corte di Giustizia europea …. leggi tutta la notizia

 

4.9.2018. Pubblicato il Decreto italiano di adeguamento del nostro Codice della privacy al Regolamento UE…..vai al link

 

1.9.2018. Violazione privacy, diritto di cronaca e risarcimento dei danni. Su questi temi si è recentemente pronunciata la Corte di Cassazione, con la sentenza del 21 giugno 2018, n.16311, con cui ha riconosciuto la responsabilità civile di un quotidiano, ed il conseguente obbligo di risarcimento dei danni, a causa della illegittima divulgazione di una notizia inerente lo stato di salute di due giovani….. leggi tutta la notizia

 

4.6.2018. Risarcimento dei danni non patrimoniali conseguenti ad un illecito trattamento di dati personali. Con la sentenza n. 14242 depositata il 4 giugno 2018, la Corte di Cassazione si è pronunciata su un caso di trattamento illecito di dati personali e di risarcimento dei danni conseguenti. … leggi tutta la notizia

 

30.5.2018. GDPR: primo provvedimento cautelare in Germania. La Corte Regionale di Bonn, in particolare, con un provvedimento del 30 maggio 2018, si è pronunciata applicando uno dei principi fondamentali del Regolamento europeo, quello della minimizzazione nella raccolta dei dati, affrontando un caso sottopostole da ICANN,ente di gestione internazionale che coordina a livello mondiale il sistema di identificazione di Internet mediante l’attribuzione dei nomi di dominio e degli indirizzi IP. Un interessante articolo con i passaggi fondamentali della sentenza ed il testo della pronuncia a questo link

 

25.5.2018. Protezione dati: pronti, via! Da oggi si applica il Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR). “Il Regolamento adegua il quadro normativo al nuovo contesto sociale ed economico – caratterizzato da un incessante sviluppo tecnologico e da forme sempre più massicce e pervasive di scambio e  sfruttamento di dati – rafforzando le tutele poste a salvaguardia dei dati personali e i diritti degli individui.”. Così il commento del Garante per la protezione dati italiano in occasione della data odierna, disponibile integralmente al seguente link

 

20.3.2018. Diritto all’oblio e risarcimento danni. Responsabilita’ civile nel campo dell’editoria. Un noto cantante conveniva in giudizio la RAI, chiedendone la condanna al risarcimento dei danni subiti, per l’utilizzazione non autorizzata ed a fini commerciali della propria immagine, per la violazione del diritto all’oblio, e per il carattere lesivo del commento ad un episodio andato in onda in una trasmissione televisiva. …. leggi tutta la notizia

 

10.3.2018. Responsabilità maggiori per i prestatori di servizi on line nel contrasto ai contenuti illegali: la Raccomandazione UE n.2018/334/UE del 1.3.2018 …. leggi il testo della Raccomandazione

 

28.2.2018. Deve essere valutata con attenzione dalla PA la richiesta di accesso civico agli atti giudiziari, per evitare una diffusione indiscriminata di informazioni e dati delicati sulle persone coinvolte. Questo è, in sintesi, il principio affermato dal Garante Privacy, che ha ritenuto corretta la scelta di un Comune di non rilasciare la copia integrale delle sentenze e dei provvedimenti di condanna al pagamento di somme in favore del Comune, nonché di tutti i procedimenti di riscossione ancora aperti. …. leggi il parere del Garante

 

19.2.2018. L’internet service provider, che svolge attivita’ di mero hosting, non e’ responsabile dei contenuti scritti dai propri utenti. E’ quanto affermato dalla Corte d’appello di Roma, con la sentenza n.1065 depositata il 19.2.2018, in un giudizio promosso contro Wikimedia – quale Ente gestore dell’enciclopedia on line Wikipedia – da un illustre personaggio pubblico italiano, che chiedeva di inibire la prosecuzione della condotta contestata in merito alla pubblicazione sulla voce a lui dedicata di contenuti ritenuti non corretti e diffamanti da alcuni utenti, di ordinare la rimozione di parti della pubblicazione e di ritenere l’Internet Service Provider corresponsabile dei danni …. leggi tutta la notizia

 

19.2.2018. DALL’AUTORITA’ GARANTE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA. Pubblicato il documento “La tutela dei minorenni nel mondo della comunicazione”. … leggi tutta la notizia

 

7.2.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Sanzione da 840mila euro a un operatore telefonico per telefonate promozionali senza consenso. … leggi tutta la notizia

 

31.1.2018. Violazione della privacy e risarcimento del danno. Da ultimo si è pronunciata sul tema la Corte di Cassazione, con l’ordinanza del 31 gennaio 2018, n.2367, all’esito di un giudizio promosso da un docente contro il medico fiscale, ritenuto da lui responsabile dei danni subiti e conseguenti all’invio, al preside del Liceo presso il quale insegnava, della copia del referto medico destinata al datore di lavoro in cui era stato riportato che il docente era “in attesa di consulenza psichiatrica”. … leggi tutta la notizia

 

26.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Diritto all’oblio: cittadini italiani tutelati anche al di fuori dei confini europei. Totem nelle stazioni: no all’occhio occulto della pubblicità. Sim aziendali, sì al controllo dei consumi, ma nel rispetto della privacy. Newsletter del Garante Privacy del 26.1.2018. …. leggi tutta la notizia

 

25.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Sanità, localizzazione e videosorveglianza. L’Autorità Garante Privacy dà il proprio assenso all’utilizzo di dispositivi elettronici indossabili per pazienti non autosufficienti, ritenendolo adeguato in relazione al suo impiego in casi limitati, per comprovate e giustificate esigenze, a tutela della salute e dell’incolumità degli interessati. …. leggi tutto il provvedimento

 

23.1.2018. DALL’AUTORITA’ GARANTE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA. Una nota: rispettare sempre i limiti necessari a proteggere la riservatezza delle persone di minore età coinvolte in fatti di cronaca. … leggi tutta la notizia

 

1.1.2018. DAL GARANTE PRIVACY. Vi spiego la cultura necessaria a proteggere i dati. Parola del Garante della Privacy. …. leggi tutta la notizia

27.12.2017. RESPONSABILITA’ NEL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI: I DATI SENSIBILI IDONEI A RIVELARE LO STATO DI SALUTE DI UNA PERSONA POSSONO ESSERE TRATTATI SOLO CON MODALITA’ CHE NON RENDANO IDENTIFICABILE L’INTERESSATO. Si è pronunciata in tal senso la Corte di Cassazione, Sezioni Unite, con la sentenza n. 30981 depositata il 27 dicembre 2017, all’esito di un giudizio avviato da un soggetto, beneficiario dell’indennità riconosciutagli ex L. n. 210 del 1992 (ovvero a causa di un contagio dovuto a somministrazione di sangue o emoderivati o una menomazione permanente dovuta a vaccinazioni obbligatorie), che aveva dedotto l’illegittima detenzione e divulgazione di tale dato sensibile relativo alle sue condizioni di salute, derivante appunto dall’indicazione nella causale di accredito dell’indennità “pagamento rateo arretrati bimestrali e posticipati (…) L. n. 210 del 1992”, ….leggi tutta la notizia

14.6.2017. RESPONSABILITA’ DELLA PIATTAFORMA DI CONDIVISIONE ONLINE DI CONTENUTI PER LA VIOLAZIONE DEL DIRITTO D’AUTORE DA PARTE DEI SUOI UTENTI.  Questa la tematica affrontata dalla Corte di Giustizia europea nella sentenza depositata il 14 giugno 2017, causa C 610/2015, resa all’interno di un giudizio, proposto dalla Corte Suprema dei Paesi Bassi, volto a conoscere l’interpretazione corretta da darsi alla normativa europea vigente in materia…. leggi tutta la notizia

29.4.2017. RESPONSABILITA’ DEL PROVIDER PER IL FATTO ILLECITO COMMESSO DAL TERZO SE CONCORRE O COOPERA CON IL TERZO. La Corte di Appello di Roma, con la sentenza del 29 aprile 2017, n.2833, ha affermato la responsabilità civile del provider per i fatti illeciti commessi da terzi tramite l’utilizzo della piattaforma digitale messa a loro disposizione….. leggi tutta la notizia

8.2.2017. IL DANNO DA SPAMMING DEVE ESSERE PROVATO. La Corte di Cassazione, con la sentenza n.3311 depositata il 8 febbraio 2017 ha approfondito il tema del risarcimento del danno da spamming.Il caso affrontato è quello di un legale che aveva agito in giudizio contro la Società Italiana degli avvocati amministrativisti affinchè ne venisse accertata la responsabilità e venisse condannata al risarcimento del danno, indicato in € 360,00, per il fatto di avergli inviato, senza consenso, alcuni messaggi di posta elettronica. …leggi tutta la notizia

27.12.2016. RESPONSABILITÀ DEL GESTORE DI SITO INTERNET PER PUBBLICAZIONE SULLA COMMUNITY DEL SITO DA PARTE DI UN UTENTE DI CONTENUTI DIFFAMATORI. La Corte di Cassazione, sezione quinta penale, con la sentenza n.54946 depositata il 27 dicembre 2016, ha affermato la responsabilità del gestore di un sito internet per concorso nel reato di diffamazione, a causa del commento, pubblicato da un utente della community del sito, lesivo della reputazione altrui…. leggi tutta la notizia

20.7.2016. VIOLAZIONE DEL DIRITTO ALL’OBLIO SUL WEB: RISARCIMENTO DEI DANNI. Confermata dalla Corte di Cassazione la condanna al risarcimento dei danni per l’illecito trattamento dei dati personali, a carico del Direttore responsabile e dell’Editore di un giornale telematico, che avevano mantenuto, a distanza di tempo dai fatti, il diretto e immediato accesso ad un servizio giornalistico relativo ad una vicenda giudiziaria penale che aveva interessato i ricorrenti anni prima. ….. leggi tutta la notizia

10.6.2016. DANNO DA INTERRUZIONI DEL SEGNALE SATELLITARE. La Corte di Cassazione veniva investita, in ultima istanza, del giudizio avente ad oggetto una domanda di risarcimento del danno subito a seguito dell’ammodernamento e della ristrutturazione della Funivia transitante sopra uno stabile, che aveva causato periodiche e costanti interruzioni del segnale satellitare SKY. ….leggi tutta la notizia

10.6.2016. SOSPENSIONE DELL’UTENZA TELEFONICA. CONDANNA DELLA COMPAGNIA TELEFONICA AL PAGAMENTO DEI DANNI. Cosa succede se la compagnia telefonica non attiva tempestivamente la nuova utenza del cliente che migra dal vecchio al nuovo gestore? La Corte di Cassazione, con la sentenza n.11914 depositata il 10 giugno 2016 ci dice che potrebbe essere tenuta a pagare i danni all’utente….. leggi tutta la notizia

1.3.2016. DIFFAMAZIONE AGGRAVATA PER CHI CONDIVIDE SUI SOCIAL COMMENTI OFFENSIVI.  Con la sentenza del 1 marzo 2016, n.8328, la Corte di Cassazione penale ha riconosciuto la sussistenza del reato di diffamazione aggravata per un soggetto che aveva condiviso su Facebook un commento offensivo. ………..leggi tutta la notizia

24.6.2015. ACCESSO ABUSIVO A UN SISTEMA INFORMATICO E RISARCIMENTO DEL DANNO. Con la sentenza del 24 giugno 2015, n. 13085, la Cassazione civile ha affermato che un comportamento astrattamente preveduto come reato – quale è l’accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico protetto – che integri concorrenza sleale determina in capo a chi lo ha subito il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale, pur in mancanza di una pronuncia del giudice penale.

 

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com