Nel caso in cui due soggetti abbiano sottoscritto un patto di non concorrenza, la parte che lo ha violato deve risarcire il danno subito dall’altra parte. Il danno può essere provato anche ricorrendo a presunzioni e può essere quantificato dal Giudice in via equitativa. La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.2824 depositata il 31.1.2022, ha affermato questo principio e ha condannato i responsabili della violazione al versamento della somma di € 60.000,00 in favore della società che aveva dovuto subire la violazione del patto di non concorrenza, sottoscritto in occasione dell’uscita dalla società dei soci, resisi responsabili della violazione.  …

Read More

Gli impianti hanno riaperto e si avvicinano le vacanze, durante le quali tanti appassionati andranno in montagna a sciare. Bene sapere che il 1 gennaio 2022 entrano in vigore le nuove norme sulla sicurezza sulle piste da sci (d.lgs. 41/2021). Il decreto contiene regole per i gestori delle piste da sci, ma anche norme di comportamento per gli utenti delle aree sciabili. Sono varie le novità introdotte per gli sciatori di interesse generale. Queste, in sintesi, le principali: ·…

Read More

La società appaltatrice di lavori stradali è responsabile per i danni subiti da un pedone, caduto, mentre attraversa la strada, a causa delle buche presenti e causate dai lavori di scavo in corso. Così si è pronunciata la Corte di Cassazione, con la sentenza n.36639 del 25 novembre 2021, con cui ha accolto la domanda di risarcimento dei danni proposta da una signora, in conseguenza di una frattura riportata all’esito di una caduta. In particolare, mentre attraversava a piedi la strada, era caduta a terra per le buche presenti e causate…

Read More

Un’impresa, un Ente, un qualsiasi soggetto giuridico, pubblico o privato, potrebbe essere ritenuto responsabile (oppure, al contrario, potrebbe dover agire per ottenere ristoro) dei danni causati dalle cose che ha in custodia (o che siano nella custodia di un altro soggetto, se è il soggetto danneggiato), indipendentemente dall’esistenza di un rapporto precedente e da profili di dolo o colpa di un determinato comportamento. Il nostro ordinamento prevede, infatti, la c.d. responsabilità extracontrattuale da cose in custodia, che si fonda semplicemente su una relazione di c.d. “custodia” intercorrente tra un soggetto (Impresa, Ente, privato, chiunque) e una cosa che ha creato…

Read More

Il Consiglio di Stato, con la sentenza n.6268 del 13.9.2021 ha dettato alcuni principi per la risarcibilità del danno da perdita di chance nel settore dei contratti pubblici. LA VICENDA.   Una Pubblica Amministrazione decideva di prorogare, per la terza volta, le concessioni in corso, omettendo di svolgere una gara pubblica. Un Consorzio di imprese del settore, ritenendo la decisione illegittima, la impugnava, chiedendo l’annullamento della proroga e la condanna della PA al risarcimento del…

Read More

Il primo a usare in Italia la parola concorrenza (dal latino concurrere – cum currere – cioè correre insieme), nel significato competitivo attribuito dagli economisti di gara tra soggetti, è stato, alla fine del Quattrocento, il predicatore Girolamo Savonarola.[1] Da allora, la concorrenza tra imprese è diventata uno dei cardini delle economie di mercato ed è una forma di manifestazione della libertà di iniziativa economica privata, cui è ispirato il nostro ordinamento giuridico, nazionale e internazionale. Come tutte le libertà, tuttavia, trova delle limitazioni, che possono essere legali (es. per fini di utilità sociali ex art.41 Cost.)…

Read More